RUBRICA QUISCUOLA SU “LA STAMPA”

giornali

Ricominciamo. Riprendiamo a lavorare insieme e a collaborare ancor di più che in passato.

La rubrica Quiscuola torna su “La Stampa”, per l’anno scolastico 2015-2016, su due fronti – sul giornale cartaceo e on line – con alcune novità

Partiamo dallo spazio tradizionale. L’uscita di Quiscuola sul giornale sarà al mercoledì e vi dedicheremo una pagina. Troveranno spazio notizie brevi corredate di fotografie, privilegiando quelle dei gruppi, ma anche di ogni studente premiato a concorsi, premi etc.

L’area on line di Quiscuola (su www.lastampa.it), invece, offre opportunità particolarmente interessanti. Sì, perché la scriverete voi. In primo luogo gli studenti, se di medie, superiori o università, o insegnanti, se di materne o elementari. L’obbiettivo è quello di pubblicare annunci e resoconti di iniziative ed eventi che si svolgono nelle rispettive scuole, corredati di fotografie. Gli articoli su Quiscuola on line saranno firmati dall’autore, studente o insegnante o preside che li invierà. Meglio se con una foto dell’autore (non obbligatoria).

 

Perché gli articoli siano pubblicabili occorre attenersi ad alcune indicazioni.

Eccole.

Tipo di notizie: annunci di manifestazioni (che vanno mandati, possibilmente, con una settimana di anticipo rispetto alla data), resoconti di eventi, di premi ottenuti, di progetti, gite e visite di studio, di conferenze con esperti e altro ancora. I i testi devono essere reportage contenenti informazioni, ma anche sensazioni.

Lunghezza degli articoli: da un minimo di 500 a un massimo di 1500 battute, spazi inclusi. Per motivi tecnici, chiediamo di rispettare scrupolosamente questa indicazione.

Regole di scrittura: se si indicano delle persone vanno citati nome e cognome, prima lettera maiuscola e poi tutto minuscolo (quindi Mario Rossi e non Rossi Mario, Rossi, ROSSI, MARIO ROSSI…); il testo non deve contenere parole tutte maiuscole (sì Anffas no ANFFAS, si Cri no CRI, sì Opel no OPEL e così via); la firma va scritta in fondo indicando nome, cognome, classe e scuola di appartenenza (esempio: Laura Gandolfi, quarta Liceo Scientifico, Istituto Pinco di Alessandria).

Fotografie: è inderogabile che ci siano (anche di repertorio) e che contengano dei volti, sia che si tratti di foto singole (ad esempio, nel caso di uno studente premiato) sia di gruppo (un’assemblea di studenti a una conferenza, una gita, attività ludiche o sportive o di laboratorio etc.). Sceglietene una o due, per ogni evento, quelle che ritenete adeguate, che vi piacciono di più, che giudicate più significative, senza inviare una galleria di immagini. Le fotografie vanno allegate in jpg, e mai incollate nel documento in word.

Siamo certi che, così come in passato e ancor più da oggi in poi, collaboreremo bene e con soddisfazione. Si profila una buona annata!

 

Redazione La Stampa

N.B.: per l’invio del materiale da mandare, a sua volta, alla redazione de “La Stampa”, vi consigliamo di utilizzare l’indirizzo e-mail istituito dalla Commissione Informatica del nostro Istituto: website@istitutocellini.it